Pedavena

La storica adunanza di Feltre

Pedavena - Il 01 ottobre 2017 alle ore 14.30 si è svolta la grande Adunanza, il rientro delle mandrie dalle malghe estive, il percorso che partiva dai prati antistanti la Fornace ha previsto il passaggio nelle frazioni di Umin , Foen e l’arrivo alla storica Birreria Pedavena.
Molta la gente che ha aspettato assiepata lungo la via che portava al parco della birreria di vedere passare le mandrie che rientravano dalle malghe.
Prima dell’arrivo delle mandrie è passato lo striscione della proloco di Pedavena con la banda seguito dai figuranti vestiti con gli abiti tipici di fine 900.
Poi accompagnati dal suono fortissimo dei campanacci, fra l’altro i più belli d’Europa, ecco arrivare le mandrie, guidate dalle antiche famiglie di pastori e mandriani della zona, anch’essi abbigliati con i tipici indumenti dei valligiani.
Bellissimi i cavalli da lavoro che sono sfilati e bellissimi tutti gli animali che rientravano per l’inverno, le mucche addobbate con i fiori che sembravano, a modo loro, delle miss intente in una sfilata di moda.
Tutto l’evento è stato anche seguito dall’alto, con l’aiuto di un drone, lungo tutto il suo percorso e proiettato su un maxi schermo posto sul terrazzo della birreria.
Lo speaker poi è riuscito molto bene a intrattenere il numeroso pubblico presente spiegando con dovizia gli antichi costumi dei malgari e l’uso e la fabbricazione dei loro strumenti di lavoro.
A chiudere la sfilata è stato tenuto il becco (caprone) più vecchio delle dolomiti, tenuto per ultimo e abbastanza lontano anche perché soprattutto con la fitta pioggia il suo odore lo si poteva sentire da almeno 20 metri di distanza, nonostante i tentativi di deodorarlo
L’unico neo è stata la fitta pioggia che è caduta per tutto il tempo ma che non ha impedito il corretto e regolare svolgersi di questa bella e antica manifestazione.

di PAOLO ELI

Categoria: